Un mondo senza diploma è possibile

Scuola "Iqbal e Malala"

Tre settimane fa ci siamo ufficialmente installati nella casa che abbiamo affittato nel cuore d’Irlanda.
David, il nostro inossidabile homeschooler di 15 anni, oltre ad aggiornare il suo blog che d’ora in poi sarà in inglese, ha iniziato fin da subito a frequentare la locale biblioteca che, a dispetto delle ridotte dimensioni del paese (che tuttavia è il quarto centro della contea di Leitrim), funge da biblioteca centrale per l’intera contea. David ha quasi subito chiesto di potervi svolgere un’attività di volontariato e, su indicazione della  bibliotecaria, ha scritto una lettera al County Council per ottenere il loro permesso ed essere regolarmente registrato come volontario.
Mentre aspettiamo la risposta della contea, abbiamo cercato un po’ le aziende presenti in questa zona e siamo incappati in un’interessante ditta che sviluppa software per smartphone… proprio quello che David aveva deciso di voler imparare per poter sviluppare i suoi progetti anche per cellulari.

View original post 629 altre parole

Il “nuovo mondo” delle Apps For Kids

Come la pensiamo noi sul tema bambini e "tecnologia"? A che età? In che momento? Quando sì e quando no (e perché)? Come scegliere cosa? Come riconoscere le priorità? Cosa lasciare all'apprendimento naturale e cosa invece indirizzare? Quante domande... Prendo spunto da confronti quotidiani che mi capita di avere con altri genitori, su altri siti… Continue reading Il “nuovo mondo” delle Apps For Kids

Ricerche di mercato al parco: nido, asilo e scuola

Per pura condivisione e senza aggiungere commenti personali sull'argomento, riporto di seguito alcune "ricerche di mercato" frutto di incontri fatti al parco con Samuele negli ultimi mesi. In genere noi andiamo di mattina perché a quell'ora ci sono bambini più piccoli e il clima è meno agitato proprio per via dell'assenza di ragazzini più grandi.… Continue reading Ricerche di mercato al parco: nido, asilo e scuola

Scuola e vaccini, poco panico e molto pensiero critico

Inutile dire di che si parla. È il tormentone del momento, lo sanno tutti. Il putiferio nasce dal fatto che i genitori non vogliono vedersi statalmente imporre una scelta obbligata, quella di vaccinare. Per l'esattezza, quella di passare dai già tanto contestati vaccini esa e tri valenti, a un bombardamento atomico di dodici vaccini. Lasciamo… Continue reading Scuola e vaccini, poco panico e molto pensiero critico