Diario Di Bordo Education a 360° Teatro Varie ed eventuali

Tre compleanni di interessi e inclinazioni.

Valorizzate in ogni occasione i loro interessi e le loro inclinazioni. Non sminuitele. Non cercate di sostituirle. Non le accantonate.

 

Abbiamo da poco festeggiato il terzo compleanno di Samuele. E’ nato il 26 Novembre.
Quest’anno, dando voce ad una delle attività preferite dalla nostra famiglia,  abbiamo scelto di celebrarlo al Teatro Mongiovino di Roma (clicca qui per andare sul sito del teatro) con un pomeriggio/sera all’insegna del teatro per bambini con lo spettacolo “Storie in soffitta” (clicca qui per visitare la pagina dello spettacolo). Tante famiglie, tanti bimbi, tante risate. E’ stata una bella festa, forse la più ricca e partecipata delle tre. E’ mancato il fotografo amico che normalmente immortala per sempre i nostri quadri di famiglia nelle occasioni importanti, quindi le foto che ci restano sono state scattate solo dai partecipanti – che ringraziamo indipendentemente dal risultato – e ne mettiamo solo alcune per rispetto di chi non ama far apparire i propri figli o se stesso sui social o su internet in nessun modo.

E’ stata la prima volta di tante cose per Samuele:
– ha spento le candeline da solo davanti a tutti, facendosi l’applauso alla fine e cantandosi “tanti auguri a te” assieme al coro degli invitati;
– è salito su un palco da protagonista di un gioco e da festeggiato;
– ha parlato al microfono come se lo avesse sempre fatto;
– ha riconosciuto i suoi amichetti più o meno soliti capendo che erano lì per lui e per una occasione importante.

La festa consisteva nello spettacolo di cui sopra, in un gioco di animazione teatrale legato allo spettacolo e al taglio della torta e in una mezzora conclusiva in cui, approfittando della situazione e del particolare amore di Samuele nei confronti di “Beauty” (clicca qui), lo abbiamo proiettato in forma riservata per gli amici presenti che non avevano avuto ancora modo di vederlo.
C’erano bimbi che vanno a scuola e bimbi che no; genitori e mamme che lavorano e altri che hanno rinunciato per seguire personalmente la famiglia; homeschoolers di vecchia generazione e colleghi recenti in educazione parentale… insomma, non ci siamo fatti mancare niente!

Anno scorso. Due anni, 26 Novembre 2017. Era il primo anno che frequentava il corso di musica Music Together (clicca qui) e ne era già totalmente catturato! Così, per gentile concessione della nostra parrocchia, abbiamo festeggiato, anche se un po’ meno consapevolmente, due anni all’insegna di una festa in musica che ha coinvolto in tutto e per tutto bambini e genitori. E anche un anno fa c’era già di tutto. Anche qui, qualche foto (dell’amico fotografo Adriano Olivotti – vedi sito), con la solita cura riguardo alla privacy.

Anno 1. 26 Novembre 2016. Ci eravamo appena trasferiti a Roma ed è stata anche una scusa per fare una piccola inaugurazione della nuova casa. Il primo anno sono ancora molto piccoli, fare “grandi feste” non ha molto senso, ma per far sì che restasse anche questo un giorno memorabile abbiamo pensato a una torta speciale con la decorazione del suo gioco preferito di allora, un camioncino di legno pieno di spigoli, che abbiamo arrotondato a forza di capocciate, regalato dal nonno dopo una trasferta brasiliana. E’ reduce ormai da grandi battaglie, il camioncino, e anche noi, però ce lo abbiamo ancora.

Questo post aveva due obiettivi fondamentali:
1) fare memoria a lungo termine nel diario di bordo di una famiglia unschooler;
2) dirvi che si può fare: ebbene sì, ci sono delle valide alternative alle palline, ai gonfiabili e agli intontimenti.

Valorizzare le attitudini e gli interessi dei nostri figli significa anche celebrarli e condividerli con gli altri nei momenti più importanti della loro vita. E’ bello che abbiano qualcosa di proprio e caratterizzante da dire e da condividere. E’ bello che a tre anni amino già il teatro e a due, o anche prima, la musica. Per scelta, noi fino ad oggi non lo abbiamo ancora mai portato al cinema. C’è tempo. Abbiamo preferito dedicare questo triennio ad esperienze sensoriali totali, live. Col senno di poi, ne siamo contenti. Valorizzate in ogni occasione i loro interessi e le loro inclinazioni. Non sminuitele. Non cercate di sostituirle. Non le accantonate. Non passate per le porte larghe. Semplice non è necessariamente sinonimo di comodo, così come economico non è sempre sinonimo di povero. Faticate per ottenere risultati grandi e collezionate momenti belli. Ne vale la pena.

I nostri compleanni sono tutti all’insegna del nostro pluriennale impegno in Congo con Magic Amor (clicca qui). Con la festa di quest’anno abbiamo raccolto più di 500 euro che saranno devoluti al progetto di costruzione e ampliamento di scuola e orfanotrofio per i bambini orfani di Kinshasa. Quando abbiamo iniziato, dovevamo ancora comprare un terreno. Oggi, tanti bimbi hanno trovato un posto in cui stare e in cui crescere.

Abbiamo già delle idee per i prossimi tre compleanni, ma per paura che ci copiate le scriveremo solo quando Samuele sarà maggiorenne! A risentirci! ^_^

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...